Iniziative profiles al Divini

Elementi Divini 
Nel capitolo 8, dedicato a cosa e come bisognerebbe insegnare la chimica del loro libro Chimica!, Balzani e Venturi scrivono: "Il tempo dedicato all'analisi della Tavola Periodica non è mai troppo. È bene ricordare che essa è un singolo e conciso documento che racchiude in sé buona parte delle conoscenze di chimica e che nessun'altra disciplina può vantare una simile descrizione". Mentre Sam Kean nel recente e bellissimo "Il Cucchiaino scomparso" (Adelphi BS 51) scrive nell'introduzione: "per ogni elemento della tavola periodica c'è una vicenda divertente, o bizzarra, o paurosa da raccontare".
Perciò, in una specializzazione tecnica, che rischia di scivolare in tecnicismi e dimenticare proprio quella chimica che ha a che fare con la realtà, e dove la disciplina chimica-fisica è stata smembrata e affidata alle altre materie, abbiamo pensato che sia opportuno impiantare un simile progetto a livello curriculare:
ogni studente "adotta" un elemento chimico e progetta e realizza un video di 5 minuti in cui descrive e mostra alcuni aspetti caratteristici interessanti o curiosità sull'elemento. 
Anche gli studenti della scuola Tacchi-Venturi di San Severino saranno coinvolti nelle esperienze e nella realizzazione dei video. 
A compimento dell'attività sarà realizzata una tavola periodica da parete contenente i link ai video come codici QR che potrà essere tenuta in classe.
Il data base e la tavola periodica potranno essere continuamente arricchiti negli anni successivi.
Allo stato dell'arte (7 novembre) gli studenti stanno spontaneamente predisponendo i progetti dei video che, per uno stesso elemento, potranno anche essere girati più volte in presenza degli studenti della scuola media interessati.
Durante le visite delle classi di scuola media gli studenti coinvolti del nostro istituto parleranno dell'elemento a gruppi di alunni e coinvolgeranno questi nella realizzazione di alcuni esperimenti. 
Un aspetto fondamentale dei video e delle esperienze è che gli studenti dimostratori utilizzino una delle peculiarità a cui si riferisce Sam Kean e mostrino una effettiva padronanza e confidenza di ciò che dicono e fanno. L'ideale sarebbe che essi girassero i video in autonomia, utilizzando anche materiali della vita di tutti i giorni. Queste caratteristiche rendono preferibili gli studenti del triennio di chimica che possiedono (ancora) un interesse e una passione specifici per la chimica, oltre che un minimo di conoscenze, anche se non possono essere esclusi ragazzi del biennio opportunamente preparati.

Penetra l'atomo della conoscenza
Un gemellaggio tra due terze classi di chimica organica focalizzato sulla sperimentazione metodologica continua: la nostra 3CH (prof. Alfredo Tifi) e la 3L dell'ITIS Galileo Ferraris di Verona (Prof.ssa Silvia Recchia). 
La sperimentazione intende dimostrare che l'interesse per la conoscenza (chimica, ma non solo) può essere costruito e coltivato attraverso metodologie specifiche che includono per ora:
  • verifiche condivise e moduli online con quesiti preparati e risolti da studenti di ambedue le classi
  • condivisione di video delle presentazioni dei lavori di gruppo e delle lezioni sperimentali o di temi monografici specifici esposti da studenti
  • videoconferenze sulla correzione delle verifiche comuni o su temi monografici
  • costruzione condivisa di mappe concettuali, anche sincrona
  • interazione nei rispettivi diari delle lezioni che comprendono spunti di interesse su argomenti curriculari e relativi sviluppi e discussioni (veri bookinprogress)
  • costruzione condivisa di un singolo diario delle lezioni (unico bookinprogress condiviso)
Link ai diari della collaborazione: Diario1-3CH e Diario1-3L (seguirà diario unico).
Comments